La mia Scuola

Sezioni principali


Servizi


Feed RSS

Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional

Utenti nel sito: 469
Fine colonna 1
 

Club Fonsarda

 Ninni Pillai: "Club Fonsarda"

“Tutto ruotava attorno al pallone, meravigliosa invenzione. Per noi era la materia prima, la base sulla quale fondare ogni cosa. Potevi anche non conoscere nessuno, ma se per caso ti trovavi in uno sterrato dove con quattro pietre, due da una parte e due dall’altra, un gruppetto di ragazzini correva dietro ad un pallone, bastava stare a bordo campo per un poco e, quasi subito venivi fatto entrare, diventavi uno di loro…” Il miracolo consisteva nel fatto che quel campo bordi non ne aveva, eppure tutti sapevamo che il bordo era lì, o quasi lì. Non c’erano pali né traversa, eppure tutti sapevamo quando  il pallone era dentro la porta o fuori…”

 

“Se poi aggiungiamo che alla sesta ora del sabato sera ci mettevano a leggere “Pastori di renne”, si capisce che, disponendo di una rivoltella, un colpo ai coglioni non se lo sarebbe risparmiato nessuno. Come può un bambino avere un buon ricordo di una tortura simile? Passi la lettura alla sesta ora del sabato sera, ma come cazzo si fa a leggere ai ragazzini cagliaritani di dodici anni “Pastori di renne”? Ammesso che qualcuno potesse avere anche un’idea del pastore, la renna, chi cazzo l’aveva mai vista?... Se, giustamente, si arresta la gente per pedofilia, personalmente proporrei la stessa pena per chi ha promosso e perpetrato quella violenza di gruppo ai danni di minori…

 

Sono solo due piccoli periodi, due “frasi tonanti” di un libro che mi è stato fatto leggere dal suo Autore in questi giorni.

 

A cui aggiungerei la descrizione di un gommista, l’atteggiamento dell’autore, a nove anni,  verso le donne di servizio,  quello che si faceva al mare in quei tempi, le macchine che comprava un dipendente dell’Etfas (il babbo)…

 

La passione per il calcio, i “problemi” con un tipo di scuola forse troppo convenzionale, lo spirito critico di un bambino sardo che, anche dopo aver compiuto i cinquanta, ricorda ancora tutto quello che è accaduto (ma, mi chiedo, come ca…volo fa a ricordare i nomi di tutti i compagni della terza media?) mettono in luce una società fatta di tante cose sane, stupende e naturali, lontane da Internet o dai giochi artificiali cui è abituata la gioventù odierna.

 

Volete sapere cosa ci faceva un bimbo di sei anni aprendo la porta tra un piano e l’altro di un ascensore?

Volete sapere come faceva i “pirulini” di una cerbottana, e dove andavano a finire?

Volete sapere (eh, via, ma non siate troppo curiosi) qual era il menage famigliare di quei tempi in una via di Cagliari?

 

Allora, correte in libreria, e procuratevi questo piccolo “saggio di saggezza”, 109 pagine di un disincantato racconto senza precedenti, scritto con l’accetta da un ingegnere (e credo, ottimo docente universitario) cagliaritano!

 

Non ve ne staccherete fino a ché non sarete arrivarti alla frase “Ma questa è un’altra storia”.

 

 

NINNI PILLAI: “CLUB FONSARDA” NGP EDITORE

Euro 10,00 (ma ne vale molti di più)

 


Categoria: Letture consigliate Data di creazione: 26/08/2011
Sottocategoria: Club Fonsarda Ultima modifica: 13/07/2016
Permalink: Club Fonsarda Tag: Club Fonsarda
Inserita da: Pier Giacomo Zauli Pagina vista 795 volte
  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T