La mia Scuola

Sezioni principali


Servizi


Feed RSS

Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional

Utenti nel sito: 649
Fine colonna 1
 

Ruvidi 15 anni

 

SEMPRE NOMADI… SEMPRE RUVIDI!

 

“Durante l'esecuzione del brano Auschwitz vidi un anziano signore che piangeva vistosamente;  al termine della canzone si avvicinò facendomi vedere il numero che gli segnava indelebilmente il braccio: era un sopravvissuto ai campi di sterminio.  Mi scusai dicendogli che se mi avesse avvertito avremmo potuto evitare di suonare quella canzone, ma lui rispose che invece dovevamo farlo per ricordare a tutti l'orrore di quanto successo”.

 

Con questo pensiero di Vincenzo Dalpane, detto Tor, si conclude, sul retro di copertina,  il libro “Ruvidi 15 anni”, un libro scritto di getto, senza fronzoli, in cui si vede, si percepisce tutta la passione di un uomo, Enzo, e di tutta una band impegnata nell’affrontare repertori presi di petto, in modo ruvido ed entusiasmante, per trascinare un pubblico più che mai eterogeneo in svolazzi canori e strumentali senza limiti, con e senza il coro, ma sempre entusiasti, vivi, scelleratamente e consapevolmente ispirati a quel messaggio di saggezza che Augusto Daolio ha saputo infondere ai suoi testi, insieme al suo gruppo, e che lo ha reso celebre a livello internazionale.

Il libro si snoda in una marea di ricordi, di persone, di soggetti, che rimarranno per sempre impressi sulla carta.

 

Grazie, Vincenzo, di aver scritto questo libro. Grazie, perché ce n’era veramente bisogno.

Grazie per le tue frasi spontanee, per i tuoi indelebili ricordi, per aver dato a tutti la possibilità di entrare a far parte, anche se solo come spettatori, di questa realtà, della quale mi onoro, a volte, di far parte anche io, insieme a Donata Donati ed al Coro UCIIM, che ti ringrazio davvero di cuore per aver ricordato più e più volte all’interno di queste pagine. Pagine che hai concluso, all’interno del libro, con queste parole:

 

“Come in tutte le favole, anche nella nostra ci sono delle “streghe cattive”, a volte anche la vita stessa lo è, ma poi arriva sempre il “Principe Azzurro” a fare in modo che il finale sia comunque a lieto fine….. Grazi a tutti!!!!!!!”

 

SEMPRE NOMADI… SEMPRE RUVIDI!

 

Il libro,  scritto in pochissimi esemplari, tra pochi giorni sarà disponibile presso la Biblioteca di Faenza, che ne avrà una copia in omaggio.

 

Pier Giacomo Zauli

 


Categoria: Letture consigliate Data di creazione: 07/08/2013
Sottocategoria: Ruvidi 15 anni Ultima modifica: 13/07/2016
Permalink: Ruvidi 15 anni Tag: Ruvidi 15 anni
Inserita da: Pier Giacomo Zauli Pagina vista 726 volte
  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T