La mia Scuola

Sezioni principali


Servizi


Feed RSS

Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional

Utenti nel sito: 168
Fine colonna 1
 

Come spendiamo le nostre tasse

478 EURO A TESTA!

 

Quest’anno, mediamente, sessantamilionisettecentomila italiani, (compresi neonati, disoccupati, pensionati, esodati, nullatenenti ed evasori totali), secondo la testimonianza di un missionario comboniano, Alex Zanotelli, trasmessa su RAI1 dalle 11 alle 12 del 2 gennaio, durante la trasmissione “A sua immagine”, lo Stato Italiano ha speso 29 miliardi di euro in armi!

Mi dovrei ritenere profondamente soddisfatto di aver mediamente elargito allo Stato 478 Euro per foraggiare la guerra!

Quanta soddisfazione dovrei avere per aver aiutato gente ad uccidere gente, e non solo per difesa!

Boh!

A che serve armare?

Non sarebbe meglio amare?

In Italia siamo in maggioranza cattolici. E tutti diciamo, almeno diciamo, di essere per la pace.

Armare va forse incontro all’amare il prossimo tuo come te stesso?

Non so proprio che altro dire… se non che mi vien da riflettere…

Riflettere, in primo luogo, di quanto poco abbiamo speso per la pace…

Mi piacerebbe proprio saperlo.

Nel frattempo, mi riascolto “Masters of war” di Dylan, https://www.youtube.com/watch?v=h2mabTnMHe8

 

Venite padroni della guerra
voi che costruite i grossi cannoni
voi che costruite gli aeroplani di morte
voi che costruite tutte le bombe
voi che vi nascondete dietro i muri
voi che vi nascondete dietro le scrivanie
voglio solo che sappiate
che posso vedere attraverso le vostre maschere

Voi che non avete mai fatto nulla
se non costruire per distruggere
voi giocate con il mio mondo
come se fosse il vostro piccolo giocattolo
voi mettete un fucile nella mia mano
e vi nascondete dai miei occhi
e vi voltate e correte lontano
quando volano le veloci pallottole

Come Giuda dei tempi antichi
voi mentite e ingannate
una guerra mondiale può essere vinta
voi volete che io creda
ma io vedo attraverso i vostri occhi
e vedo attraverso il vostro cervello
come vedo attraverso l'acqua
che scorre giù nella fogna

Voi caricate le armi
che altri dovranno sparare
e poi vi sedete e guardate
mentre il conto dei morti sale
voi vi nascondete nei vostri palazzi
mentre il sangue dei giovani
scorre dai loro corpi
e viene sepolto nel fango

Avete causato la peggior paura
che mai possa spargersi
paura di portare figli
in questo mondo
poiché minacciate il mio bambino
non nato e senza nome
voi non valete il sangue 
che scorre nelle vostre vene.

Che cosa sono io per parlare quando
non è il mio turno? 
Direte che sono giovane
direte che non ne so abbastanza. 
Ma c'è una cosa che so
anche se sono più giovane di voi: 
so che perfino Gesù 
non perdonerebbe quello che fate

Voglio farvi una domanda:
il vostro denaro vale così tanto
vi comprerà il perdono
pensate che potrebbe?
Io penso che scoprirete
quando la morte esigerà il pedaggio
che tutti i soldi che avete accumulato
non serviranno a ricomprarvi l'anima

E spero che moriate
e che la vostra morte giunga presto
seguirò la vostra bara
in un pallido pomeriggio
e guarderò mentre 
vi calano giù nella fossa
e starò sulla vostra tomba
finché non sarò sicuro che siate morti.

 

mi rileggo attentamente il testo di questa canzone e, riflettendo, mi dico che, nonostante tutto, nulla è cambiato…

Pier Giacomo Zauli


Categoria: Cosa ne spenso Data di creazione: 04/01/2016
Sottocategoria: Varie Ultima modifica: 13/07/2016
Permalink: Come spendiamo le nostre tasse Tag: Come spendiamo le nostre tasse
Inserita da: Pier Giacomo Zauli Pagina vista 520 volte
  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T