La mia Scuola
Vai con la musica!
Scuola emergenza Coronavirus 2020

Sezioni principali


Servizi


Feed RSS

Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional

Utenti nel sito: 606
Fine colonna 1
 

Una polemica anche su Bella ciao!

 UNA POLEMICA ANCHE SU BELLA CIAO

 

Spesso, nella musica popolare, il testo di una canzone subisce trasformazioni molto particolari. E’ il caso della canzone “Bella ciao”, nata in epoca assai remota come un gioco o una ninna nanna per bambini, poi, tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, trasformata in canto di protesta delle mondariso, quindi, nel 1944, nel canto dei Partigiani che tutti noi conosciamo. Canto che viene menzionato, nel 1945, da don Otello Marcaccini, nell’opuscolo “La rappresaglia tedesca a poggio san Vicino”, in cui narra che la canzone, con all’incirca il testo che oggi conosciamo, era cantata dai partigiani che si radunavano in quel luogo delle Marche. Non è vero, come alcuni sostengono, che fosse assai diffusa presso i Partigiani. Probabilmente era stata cantata pochissimo.

Infatti la canzone è stata praticamente dimenticata per quasi vent'anni. Nessuno l’ha più cantata, finché è riapparsa ed è assurta alla notorietà nel 1964, al festival di Spoleto, preceduta dall’incisione della versione delle mondine, cantata da Giovanna Daffini, nel 1963.

Giorgio Gaber la incise con il testo che oggi tutti conosciamo nel 1965. Poi la cantarono i Gufi, il partigiano “Saetta”, Enrico Capuano, Gianni Morandi…

La canzone ebbe la sua esecuzione in tantissime occasioni, come nel funerale di Mario Monicelli, nel 2010, alle elezioni del socialista Francoise Hollande, nel 2012, al funerale di Don Andrea Gallo, nel 2013, al quale la canzone piaceva moltissimo, per la commemorazione delle vittime della stage avvenuta alla sede del Charlie Hebdo, nel 2015, quindi, con il testo modificato per l’occasione, contro i cambiamenti climatici. Nel 2019 è stata eseguita al Parlamento Europeo di Strasburgo…

Comunque, riferendoci alla versione dei Partigiani, vorrei che qualcuno mi chiarisse una cosa: i Partigiani erano tutti comunisti?  A quanto ci racconta la storia, non erano solo comunisti, ma appartenevano a una molteplicità incredibile di partiti.

Tra i Partigiani, infatti, militavano repubblicani, democratici, liberali, comunisti, anarchici, ovviamente anche comunisti.

Come si fa, quindi, a dire che la canzone del partigiano è una canzone comunista?

Forse il genitore che ha rilevato questa cosa potrebbe andare a studiare un po’ di storia, prima di esprimere cavolate di questo tipo.

 

Ah, un breve appunto prima di chiudere… Il signor Padovani, a quanto riferisce “Il resto del Carlino” in data 15 aprile 2022, dice che “La politica deve rimanere fuori dalla scuola italiana, in classe i ragazzi vanno educati. Devono imparare la lingua italiana, la matematica, le scienze, la geografia, le lingue straniere (come mai Padovani non cita anche l'Arte e la Musica? ndr). Vanno a scuola per dotarsi di una cultura priva di condizionamenti esterni, tanto più se questi sono di matrice politica. L’ideologia e la propaganda devono stare fuori dalle aule, soprattutto quando in queste siedono dei ragazzini. Compito e missione della professione di insegnante è quella di formare e fornire nozioni essenziali per la vita quotidiana, non di fare politica. Altrimenti si è inadeguati al ruolo”

D’accordo con il Padovani che non si debba fare politica, nel senso che non si deve propagandare un’ideologia mirata a una visione unilaterale della società, ma un insegnante, con il suo comportamento, con la sua etica, con le sue scelte fa comunque e sempre politica. Politica nel senso più buono del termine. Una politica fatta con l’esempio, il suo modo di porsi con gli alunni, la sua empatia, che fanno sempre trasparire quale sia il suo atteggiamento anche politico su come egli opera e svolge la sua missione.

Altrimenti, che insegnante è?

 

Pier Giacomo Zauli 


Categoria: Cosa ne spenso Data di creazione: 15/04/2022
Sottocategoria: Varie Ultima modifica: 15/04/2022
Permalink: Una polemica anche su Bella ciao! Tag: Una polemica anche su Bella ciao!
Inserita da: Pier Giacomo Zauli Pagina vista 277 volte
  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T